CATEGORIA STORIE
 

segnala pagina  stampa pagina   

17 dicembre 2007

Palermo, tra stracci e cristalli

di Giuseppe Scuderi



Mi consentite il ruolo del "memore"? Sono certo che la risposta è sì (o quanto meno lo spero). Quasi trent'anni fa il mio (come per tanti altri) modo di "comunicare" era la macchina fotografica: reflex Olympus OM1, manuale, leggera, funziona sempre (ancora oggi). E poi la camera oscura, le pellicole da sviluppare, l'ingranditore... ore e ore di lavoro per la soddisfazione di una immagine.

Ogni tanto ne cerco qualcuna a cui sono particolarmente affezionato. E quindi, visto che manca una settimana al natale, visto che Piazza Politeama riluce per i riflessi di luccicanti purissimi cristalli, ho cercato quella dell'albero di stracci fatto (1979 o '80) dagli studenti dell'Accademia di Belle Arti al Cortile Spagnolo al Capo: le ruspe del Comune, sindaco Martellucci mi pare, avevano da poco spianato (giustamente, tutto poteva crollare in ogni momento) i ruderi dei bombardamenti, ancora abitati: per far andare via gli abitanti (era il periodo dei "locandati", dei mobili nei magazzini del comune, ecc) ci vollero schiere di polizia e carabinieri. La zona è quella (traverse di Via Matteo Bonello) dove qualche settimana fa c'è stato il crollo con il morto: e quindi, almeno lì, l'albero di natale "è" ancora di stracci e non di luccicanti specchietti per le allodole.

Albero di stracci - Foto di Giuseppe Scuderi


[Articolo letto 1911 volte]
[Commenti (5): scrivi - leggi]
 


INSERISCI COMMENTO

 

Commenti lasciati per:

Palermo, tra stracci e cristalli
 

 

Foto e soggetto della foto sono bellissimi...

Daniela V.

24/12/2007 16:00:08


Anch'io rimpiango i tempi in cui, sfidando le ire di mia madre, mettevo mezza casa sottosopra per improvvisare (generalmente in bagno) una camera oscura.
Stampavo (come quasi tutti) sulla mitica carta Ilford i miei scatti di giovane (allora ...) fotoamatore, dopo aver passato la mattinata a girare la Palermo vecchia per trovare spunti fotografici, come quello che ci proponi.
Complimenti per la foto e per l'attacco di nostalgia che mi hai procurato ....

Marcello

19/12/2007 11:39:21


Straordinaria era l'idea, la foto è "normale", non per modestia. Da trent'anni uso le immagini per "mestiere" (architetto), sono le idee, i contenuti, le emozioni che suscitano che le rendono vitali.

Giuseppe Scuderi

19/12/2007 09:10:26


Grazie,Giuseppe e complimenti per questa foto
veramente straordinaria. Non c'è più Fellini a
trarne il film delle nostre grandi speranze e però la foto potrebbe essere la copertina di un libro
che racconti la storia tormentata della nostra città,finita come tutto tra lustrini e finto champagne.

margherita

18/12/2007 23:05:59


Eccezionale questa foto, Giuseppe. L'hai già presentata in qualche concorso fotografico? Potrebbe pure essere proposta per un manifesto. Sei davvero bravo.

M. Elena

18/12/2007 13:18:55


 
 

LEGGI I COMMENTI

 

Inserisci un commento per:

Palermo, tra stracci e cristalli
 

nome

email

commento

 

antispam digitare la seguente parola

        
 
 


NOTIZIE

MUSICA

CINEMA

STORIA DELLA CANZONE ITALIANA

SPORT

ARTE

LIBRI e CULTURA

MULTIMEDIA

INTERNET

STORIE

SPETTACOLI

AMBIENTE

APPUNTAMENTI

PALERMO

VIAGGI

SONDAGGI

COMMENTI



















 


18 ottobre 2019




LE ULTIME 3 FOTOGALLERY ON-LINE

[cliccare per aprire]


 

CONTATTA I...4 FISSA


nome

e-m@il

richiesta


Newsletter, scrivi la tua e-m@il
 



TUTTE LE GALLERIE FOTOGRAFICHE


 Questo sito utilizza la Creative Commons License