CATEGORIA LIBRI e CULTURA
 

segnala pagina  stampa pagina   

5 aprile 2008

PAGINE SCELTE - Carlo Ciarla. Un uomo, un poeta

di Gianluigi Fiondino



Poeta dei lunghi silenzi, narratore del vuoto, Carlo Ciarla pubblica la sua prima raccolta di poesie nel 1965. Il titolo è “Orizzonti verticali”.
I versi sono amari e taglienti. Le parole dure e pesanti come macigni. Si tratta di una novità nel tranquillo mondo della lirica occidentale.

Ruba i ricordi e il tempo,
Ma l’astuta macchina del caffè
è sempre lì che mi guarda.
Come si guarda un bimbo,
dalle orecchie appuntite
e dalla pendula lingua.

Il pubblico apprezza la freschezza narrativa di Carlo Ciarla. Le sei copie del suo libro vengono vendute in pochi anni.
La critica non capisce subito. Troppo forte è l’impatto. Troppo repentina la strada intrapresa.
Nel 1972 l’editore Scarsinelli pubblica una nuova raccolta di Ciarla, quella che lo renderà celebre “Tovaglie intrise di vino, e altre macchie”.

Polli scaltri e sapienti
Attraversano mari di incertezze
Come i gabbiani solcano l’oceano
Alla ricerca di un Bistrot che non c’è.

Oggi dopo 25 anni Carlo Ciarla ha deciso finalmente d’uscire dal lungo silenzio in cui si era rifugiato. In una recente intervista rilasciata al noto settimanale “Il mercatino dell’usato”, ha dichiarato: Il mondo non è più quello di una volta. Oggi prima di attraversare la strada bisogna stare attenti. Tutti ormai hanno l’auto.
Queste scarne e semplici affermazioni rendono lo spessore intellettuale del Ciarla più dei tanti raffinati saggi che sulla sua figura sono stati nel tempo pubblicati. Ciarla, una mente che gli anni non hanno scalfito. Ma concludiamo questa breve presentazione pubblicando, in anteprima, alcuni versi tratti dalla raccolta di prossima pubblicazione intitolata “Miscele rarefatte”.

Arachidi stanche di essere mangiucchiate.
Lievi sorrisi di misterica origine
Stentano a narrare l’origine,
a cingere col sonno le amare inquietudini.

[Articolo letto 1725 volte]
[Commenti (3): scrivi - leggi]
 


INSERISCI COMMENTO

 

Commenti lasciati per:

PAGINE SCELTE - Carlo Ciarla. Un uomo, un poeta
 

 

Forse Ciarla è un poeta fortunato perchè ha trovato una casa editrice che pubblica le sue opere senza infondere in lui troppa pressione e sapendo aspettare il momento dell'esaltazione nella sua massima espressione

dario 71

08/04/2008 15:31:03


Il passo più bello secondo me è "polli scaltri e sapienti, attraversano mari di incertezze". Non vedo l'ora che esca l'annunciato prossimo lavoro di Ciarla "Miscele rarefatte".

Marcello

05/04/2008 20:18:28


Ma a me 'ste poesie piacciono, perchè non troviamo un editore?

mingo

05/04/2008 19:29:05


 
 

LEGGI I COMMENTI

 

Inserisci un commento per:

PAGINE SCELTE - Carlo Ciarla. Un uomo, un poeta
 

nome

email

commento

 

antispam digitare la seguente parola

        
 
 


NOTIZIE

MUSICA

CINEMA

STORIA DELLA CANZONE ITALIANA

SPORT

ARTE

LIBRI e CULTURA

MULTIMEDIA

INTERNET

STORIE

SPETTACOLI

AMBIENTE

APPUNTAMENTI

PALERMO

VIAGGI

SONDAGGI

COMMENTI



















 


14 dicembre 2019




LE ULTIME 3 FOTOGALLERY ON-LINE

[cliccare per aprire]


 

CONTATTA I...4 FISSA


nome

e-m@il

richiesta


Newsletter, scrivi la tua e-m@il
 



TUTTE LE GALLERIE FOTOGRAFICHE


 Questo sito utilizza la Creative Commons License