CATEGORIA STORIA DELLA CANZONE ITALIANA
 

segnala pagina  stampa pagina   

4 dicembre 2008

Storia semiseria e disordinata della canzone italiana - 35 - Il Cantagiro delle polemiche - 2

di Dario Cordovana



Per trovare la gara vera e propria nell’edizione 1967 del Cantagiro bisogna guardare il girone B (riservato ai giovani) e il girone C (appannaggio dei gruppi). Ebbene per quanto riguarda il girone B la prima cosa che salta agli occhi è il titolo della canzone di Roberta Amadei: “Accipicchia l’Angelicchia”. Ci sono naturalmente Ico Cerutti e Pilade che provenivano dal clan di Celentano (che sicuramente avrà subordinato la sua partecipazione a quel Cantagiro all’inserimento dei suoi protetti…e a tante altre cose). Più fortunato di Cerutti (che presentava il sequel del suo successo “L’uomo del banjo”), sarà Pilade che si piazzerà quarto. Poca fortuna avrà un ancora giovanissimo Mino Reitano (credevate che scherzasse quando diceva di avere fatto molta gavetta? In realtà la sua carriera comincia molto prima…in Germania, ad Amburgo, dove Beniamino and his Brothers dividevano il palco…con i Beatles!). Alla fine il vincitore potrebbe essere il bravo Mauro Lusini, già autore di “C’era un ragazzo…” che presenta un buon brano dal titolo “La mia chitarra”, se non fosse che lo scalpitante Massimo Ranieri, appena diciassettenne, sfonda con “Pietà per chi ti ama”, proponendosi in un sol colpo come: 1) il nuovo idolo delle donne 2) il nuovo idolo delle nonne 3) quello-col-bel-faccino-che-canta-a-squarciagola-canzoni-struggenti-ma-che-più-struggenti-non-si-può. Eh ne sentiremo ancora parlare, altrochè!

Nel girone C avvengono come al solito le cose più emozionanti: non c’è la lotta epocale tra Rokes ed Equipe 84 dell’anno prima, ma anche quest’anno le canzoni storiche non mancano: anzitutto i Nomadi che presentano “Dio è morto” di Guccini, che come tutti sanno venne censurata dalla Rai, ma non da Radio Vaticana (uuh, che figuura!); i Ribelli di Demetrio Stratos (il più grande cantante della musica pop italiana?) con “Pugni chiusi”; i Primitives di Mal Ryder (e poi semplicemente Mal), all’anagrafe Paul Bradley Couling, appena arrivato dall’Inghilterra con i suoi compari (tra cui un batterista con una folta capigliatura a caschetto bianca) e già popolarissimo con “Yeeeeeh”; i Camaleonti con “Non c’è niente di nuovo”, un brano incalzante in cui le parti vocali sono per una volta democraticamente divise tra Tonino Cripezzi (voce de “L’ora dell’amore”) e il baffuto Livio Macchia (voce di “Applausi”). Una menzione anche per i Rokketti, il cui leader Santino Rocchetti otterrà qualche successo a metà degli anni settanta. Ci sono anche due gruppi storici come i Dik Dik e i Giganti, con due brani minori nella loro produzione; alla fine i Giganti, all’apice del successo dopo Sanremo, ma già in crisi (tanto che si parlava di scioglimento), si piazzeranno al secondo posto. Il primo posto invece sarà dei Motowns di Lally Stott con “Prendi la chitarra e vai”; anche i Motowns facevano parte di quegli inglesi che sbarcavano in Italia in cerca di fortuna e Harold Stott detto Lally era l’elemento più appariscente, grazie a dei capelli lisci lunghissimi; dopo lo scioglimento del gruppo nei primi anni settanta ebbe anche un buon successo come solista (sempre in Italia, ça va sans dire) con brani come “Chirpy Chirpy Cheep Cheep”, “Jakaranda” e “Good wishes good kisses” (quest’ultima sigla de “La donna di picche”, giallo della serie del tenente Sheridan), e poi come autore per i Middle of the Road (“Tweedle Dee Tweedle Dum”) e persino per Mina…


Massimo Ranieri canta "Pietà per chi ti ama"



[Articolo letto 2979 volte]
[Commenti (0): scrivi - leggi]
 


 

INSERISCI COMMENTO

 

NESSUN COMMENTO E' STATO ANCORA LASCIATO...PUOI ESSERE IL PRIMO !!!
 

 
 

LEGGI I COMMENTI

 

Inserisci un commento per:

Storia semiseria e disordinata della canzone italiana - 35 - Il Cantagiro delle polemiche - 2
 

nome

email

commento

 

antispam digitare la seguente parola

        
 
 


NOTIZIE

MUSICA

CINEMA

STORIA DELLA CANZONE ITALIANA

SPORT

ARTE

LIBRI e CULTURA

MULTIMEDIA

INTERNET

STORIE

SPETTACOLI

AMBIENTE

APPUNTAMENTI

PALERMO

VIAGGI

SONDAGGI

COMMENTI



















 


20 febbraio 2019




LE ULTIME 3 FOTOGALLERY ON-LINE

[cliccare per aprire]


 

CONTATTA I...4 FISSA


nome

e-m@il

richiesta


Newsletter, scrivi la tua e-m@il
 



TUTTE LE GALLERIE FOTOGRAFICHE


 Questo sito utilizza la Creative Commons License