CATEGORIA STORIA DELLA CANZONE ITALIANA
 

segnala pagina  stampa pagina   

27 gennaio 2009

Storia semiseria e disordinata della canzone italiana - 38 - PARTITISSIMA

di Dario Cordovana



Nel 1967 il programma del sabato sera legato alla lotteria di Capodanno (poi lotteria Italia) si chiamava “Partitissima”. Presentato da Alberto Lupo e con Franco Franchi e Ciccio Ingrassia ospiti fissi (da questa trasmissione venne fuori il celebre “soprassediamo” detto da Ciccio con Franco che gli balzava tra le braccia), era una gara che prendeva ispirazione dal mondo del calcio.
C’erano le squadre come l’anno prima a “Scala Reale”, ma erano soltanto sei, destinate a scontrarsi tutte fra di loro. Inoltre solo i capitani delle squadre erano fissi, anzi giocavano ad accaparrarsi i cantanti più in voga per poter vincere lo scontro settimanale. La vittoria finale poteva dunque andare solo ad uno di questi sei cantanti: Dalida, Ornella Vanoni, Domenico Modugno; Claudio Villa, Rita Pavone e Bobby Solo.
Ogni puntata prevedeva lo scontro tra due di questi cantanti:dopo lo spoglio delle cartoline-voto si calcolava la percentuale dei voti ottenuti da un cantante rispetto all’altro; se questa superava il 60% detto cantante vinceva 2 a 0, se invece il margine era inferiore l’incontro terminava in parità.
Tanto per fare un esempio nella prima puntata Dalida si trovò ad affrontare Ornella Vanoni. Per vincere l’incontro la cantante di origine calabrese aveva a disposizione lo spazio di mezza puntata durante il quale organizzava il suo show; tra balletti e scenette si trovava il tempo per ascoltare la canzone di Dalida (nel caso della prima puntata “Mama”) e dei due cantanti che le davano man forte (in questo caso Dino con “Io mi sveglio a mezzogiorno” e Patty Pravo con “Qui e là”). Poi toccava alla Vanoni che nella sua mezza puntata (tra balletti e scenette), cercava di convincere i telespettatori a votare per lei cantando “Ma mì” ed ospitando Rocky Roberts (“E lasciatemi stare”) e Don Backy (“Poesia”).
Le cartoline premiarono nettamente Dalida che prese il 77, 72% dei voti e vinse così l’incontro per 2 a 0. Invece nella seconda puntata si verificò il primo pareggio tra le squadre di Domenico Modugno (55,15% dei voti) e di Claudio Villa (44,84%). Dunque il reuccio ebbe la peggio (Modugno del resto aveva in squadra Al Bano fresco di popolarità), ma non tanto da perdere l’incontro. Avrà modo di rifarsi in seguito…
Nel terzo incontro una Rita Pavone che sfruttava la sua esperienza televisiva nel preparare uno show (cosa che aveva già fatto con gli spettacoli “Stasera Rita” del 1965 e “Studio Uno” del 1966), e che vantava tra le sue file il Fausto Leali di “A chi”, successone dell’anno, ebbe facilmente la meglio su Bobby Solo, che per la verità mostrava di essere uno showman un po’ timido. Malgrado la presenza in squadra di Massimo Ranieri per Solo non ci fu nulla da fare (del resto lo diceva già nella canzone presentata “Non c’è più niente da fare”…).
Nel quarto incontro Dalida cambiava avversario (Claudio Villa), canzone (“Il silenzio”), compagni (Nicola Di Bari e Tony Renis) e risultato finale, visto che il reuccio, accompagnato stavolta da Tullio Pane e Aura D’Angelo riuscì a strappare il suo secondo pareggio; un pareggio ancor più risicato del primo (41,23%), ma importante per non perdere terreno…


Una scenetta degli indimenticabili Franco e Ciccio tratta da "Partitissima"


[Articolo letto 2939 volte]
[Commenti (0): scrivi - leggi]
 


 

INSERISCI COMMENTO

 

NESSUN COMMENTO E' STATO ANCORA LASCIATO...PUOI ESSERE IL PRIMO !!!
 

 
 

LEGGI I COMMENTI

 

Inserisci un commento per:

Storia semiseria e disordinata della canzone italiana - 38 - PARTITISSIMA
 

nome

email

commento

 

antispam digitare la seguente parola

        
 
 


NOTIZIE

MUSICA

CINEMA

STORIA DELLA CANZONE ITALIANA

SPORT

ARTE

LIBRI e CULTURA

MULTIMEDIA

INTERNET

STORIE

SPETTACOLI

AMBIENTE

APPUNTAMENTI

PALERMO

VIAGGI

SONDAGGI

COMMENTI



















 


25 marzo 2019




LE ULTIME 3 FOTOGALLERY ON-LINE

[cliccare per aprire]


 

CONTATTA I...4 FISSA


nome

e-m@il

richiesta


Newsletter, scrivi la tua e-m@il
 



TUTTE LE GALLERIE FOTOGRAFICHE


 Questo sito utilizza la Creative Commons License