CATEGORIA STORIA DELLA CANZONE ITALIANA
 

segnala pagina  stampa pagina   

9 giugno 2009

Storia semiseria e disordinata della canzone italiana da Sanremo in poi 44 - Giochiamo agli anni 30

di Dario Cordovana



Le classifiche di vendita come al solito premiarono le canzoni di Sanremo, al punto che i primi di marzo del 1968, tutte le prime dieci posizioni della classifica  erano occupate da canzoni uscite dalla manifestazione canora della riviera ligure. C’era ovviamente la canzone vincente, addirittura in entrambe le versioni di Sergio Endrigo e di Roberto Carlos, con Endrigo che avrà il risultato migliore (secondo posto in classifica). C’era “Deborah”, nella versione più aggressiva di Wilson Pickett, c’erano “Quando m’innamoro” (Anna Identici), “Un uomo piange solo per amore” (Little Tony), “Gli occhi miei” (Dino) e “Mi va di cantare” (Louis Armstrong).

Il successo più grande però arrise ad Antoine e ad un cantante che alla rassegna non aveva partecipato se non come autore:Don Backy. Il cantautore toscano, appena fuoriuscito dal Clan di Celentano, aveva piazzato “Casa bianca” al secondo e “Canzone” al terzo posto della rassegna. Ora, mentre la prima ebbe un buon successo nella versione di Marisa Sannia, la seconda letteralmente spopolò, contendendo, nella versione dell’autore, la testa della classifica al brano di Antoine, “La tramontana”. Per altro, anche se in posizioni di rincalzo, anche la versione di Celentano entrò tra le prime dieci, e d’altra parte in quel periodo era difficile che un brano cantato dal molleggiato non fosse baciato dal riscontro del pubblico.

La canzone che fece segnare la più lunga e fortunata permanenza in classifica fu quindi “La tramontana”, uno dei tanti allegri motivetti lanciati dal cantante giramondo Antoine. Questi, alla seconda partecipazione a Sanremo, era ormai un volto noto per gli italiani. Lontani erano gli anni in cui Antoine aveva sposato la contestazione, le sue canzoni erano orecchiabili e inoffensive e la sua popolarità gli permetterà di inanellare ben cinque partecipazioni al Festival consecutive, fino al 1971, con un inaspettato ritorno nel 1979.

Al di là di Sanremo quali erano le tendenze della canzone italiana del 1968? Abbiamo già parlato di  una prima ascesa dei cantautori, ma su un terreno più frivolo, la tendenza viene bene indicata dai due brani che si piazzeranno ai vertici delle classifiche appena finita la sfuriata sanremese, e cioè da fine aprile. Sono due canzoni straniere rappresentative di due mode, più effimera la prima, più duratura la seconda. Si tratta di “Ballad of Bonnie & Clyde” di Georgie Fame che segna il revival della canzone e delle atmosfere degli anni ’30 e “Gimme a little sign” di Brenton Wood che contribuisce ad imporre il rhythm and blues in Italia.

Del rhythm and blues ne sentiremo parlare per almeno due anni, mentre per quanto riguarda il ritorno agli anni ’30 sarà ben esemplificato da una trasmissione dell’epoca “Giochiamo agli anni ‘30” con la coppia Giorgio Gaber e Ombretta Colli, con tanto di ritorno della moda del Charleston e  frutterà una serie di canzoni ispirate al periodo, quale proprio “Torpedo blu” dello stesso Gaber. Ma l’effetto sarà solo momentaneo e sintomo di una prima crisi di idee nel mondo della canzone, tanto che molti cantanti, riprenderanno tra il ’68 e il ’69 numerose canzoni d’epoca. (“Un’ora sola ti vorrei”, nelle due versioni di Ornella Vanoni e degli Showmen, “Ti voglio tanto bene” di Rossano, “Non ti scordar di me” di Sergio Leonardi…). Già sullo sfondo Claudio Villa si frega le mani…


George Fame esegue "Ballad of Bonnie & Clyde"


[Articolo letto 2654 volte]
[Commenti (0): scrivi - leggi]
 


 

INSERISCI COMMENTO

 

NESSUN COMMENTO E' STATO ANCORA LASCIATO...PUOI ESSERE IL PRIMO !!!
 

 
 

LEGGI I COMMENTI

 

Inserisci un commento per:

Storia semiseria e disordinata della canzone italiana da Sanremo in poi 44 - Giochiamo agli anni 30
 

nome

email

commento

 

antispam digitare la seguente parola

        
 
 


NOTIZIE

MUSICA

CINEMA

STORIA DELLA CANZONE ITALIANA

SPORT

ARTE

LIBRI e CULTURA

MULTIMEDIA

INTERNET

STORIE

SPETTACOLI

AMBIENTE

APPUNTAMENTI

PALERMO

VIAGGI

SONDAGGI

COMMENTI



















 


20 febbraio 2019




LE ULTIME 3 FOTOGALLERY ON-LINE

[cliccare per aprire]


 

CONTATTA I...4 FISSA


nome

e-m@il

richiesta


Newsletter, scrivi la tua e-m@il
 



TUTTE LE GALLERIE FOTOGRAFICHE


 Questo sito utilizza la Creative Commons License