CATEGORIA APPUNTAMENTI
 

segnala pagina  stampa pagina   

28 febbraio 2008

Prossimamente su questi schermi ... EVELINA

di Marcello Basso



Qualcuno di voi, soprattutto tra quelli un po’ più grandicelli (tra i quali, purtroppo, il sottoscritto) ricorderà i bei sceneggiati di una volta: “la freccia nera”, “A come Andromeda”, “Malombra” ... Ricordo che a quei tempi (erano i primi anni settanta) a casa mia ci dividevamo in due fazioni:

  • da una parte io, mio fratello e mio padre che, la domenica, dopo avere assistito al classico “un tempo di una partita del campionato di serie A” (solitamente, per inciso, si trattava di uno squallido zero a zero, senza nessuna occasione da gol ...) ci mettevamo comodi (si fa per dire) per terra, davanti al piccolo TV portatile in b/n della cameretta, a vedere Cochi e Renato ne’ “il poeta e il contadino” show demenziale con i due comici milanesi, Enzo Jannacci (più folle che mai) e la buonanima di Felice Andreasi;
  • dall’altra parte mia mamma, da sola, che incurante delle nostre critiche, seguiva sul mega TV (sempre in b/n) di casa, comodamente spaparanzata sul divano del salotto, i classici sceneggiati di cui parlavo prima.

.... ebbene, aveva ragione lei!! Riguardandoli adesso (su internet si trova di tutto ...) erano bellissimi.

Avevano un ritmo un po’ lento, quasi teatrale, ed in effetti gli attori erano tutti provenienti dal teatro: Tino Buazzelli, Lina Volonghi, Gino Cervi, Anna Proclemer, ecc. però avevano una intensità, una profondità e, soprattutto erano realizzati con una cura che adesso, pur con mezzi tecnologici una volta inconcepibili, ce li sogniamo.

Nostalgici di quel periodo, con alcuni amici (diversi dei quali apprezzati collaboratori dei quattrofissa) all’inizio degli anni novanta (quindi già una quindicina di anni fa ...) realizzammo, una garbata presa in giro, radiofonica, di quel genere televisivo: in sostanza quello che una volta veniva definito “radiodramma”.

Il risultato che, se volete, potrete ascoltare (a puntate) sul nostro sito, secondo me non è malaccio.

Si tratta di un fumettone, ambientato nell’Inghilterra puritana di fine ‘800: una travagliata storia d’amore tra due giovani, una donzella di nobile casato e uno stalliere, povero ma bello, che pur osteggiati dai pregiudizi cercano di coronare degnamente il loro sogno d’amore. Ci riusciranno?

“Evelina”, questo il titolo dello sceneggiato, venne proposto, con un certo successo, in una radio privata palermitana nei primi anni novanta, lo riproponiamo oggi sperando che vi piaccia: se non vi piace, va bene lo stesso, in ogni caso ci abbiamo provato.

La prima puntata, se vi interessa, sarà disponibile “su questi schermi” a partire dalla prossima settimana.

Buon ascolto e ... fateci sapere cosa ne pensate.

[Articolo letto 2014 volte]
[Commenti (1): scrivi - leggi]
 


INSERISCI COMMENTO

 

Commenti lasciati per:

Prossimamente su questi schermi ... EVELINA
 

 

ma sai, non aveva ragione nessuno. Bastava mettere i programmi in orari tali da farli vedere a tutti. Erano solo due canali allora e sarebbe stato facile fare un palinsesto che consentisse di seguire i programmi di entrambe le reti. Ma la cattiveria di sopraffare qualcuno, anche se tuo amico, compagno, fratello, non è reprimibile

fara

28/02/2008 20:26:41


 
 

LEGGI I COMMENTI

 

Inserisci un commento per:

Prossimamente su questi schermi ... EVELINA
 

nome

email

commento

 

antispam digitare la seguente parola

        
 
 


NOTIZIE

MUSICA

CINEMA

STORIA DELLA CANZONE ITALIANA

SPORT

ARTE

LIBRI e CULTURA

MULTIMEDIA

INTERNET

STORIE

SPETTACOLI

AMBIENTE

APPUNTAMENTI

PALERMO

VIAGGI

SONDAGGI

COMMENTI



















 


23 maggio 2019




LE ULTIME 3 FOTOGALLERY ON-LINE

[cliccare per aprire]


 

CONTATTA I...4 FISSA


nome

e-m@il

richiesta


Newsletter, scrivi la tua e-m@il
 



TUTTE LE GALLERIE FOTOGRAFICHE


 Questo sito utilizza la Creative Commons License