CATEGORIA MUSICA
 

segnala pagina  stampa pagina   

27 febbraio 2009

Buone nuove dal fronte del rock. Ritornano gli U2.

di Davide



Oggi esce ufficialmente, ma da un paio di settimane circolava integralmente su canali ufficiali e (soprattutto) non, l’ultimo “disco” degli U2, No line on the horizon. Quindi ho avuto modo di ascoltare con attenzione ogni pezzo e la buona notizia per amanti del rock e fans sfegatati (come me) è che finalmente  il gruppo irlandese da segni evidenti di ripresa riuscendo ad trovare un equilibrio tra le vecchie (e belle) radici degli inizi e la voglia di rinnovamento che passando dal bellissimo Achtung baby li aveva condotti su terreni elettropop estremi e, spesso, sconcertanti anche se di (incomprensibile) successo, culminati con Pop del 1997. Poi all’inizio del nuovo  millennio la ricerca di un ritorno al passato che ha prodotto albums poco ispirati e molto eleganti, quanto “borghesi “ che se da un punto di vista commerciale e di popolarità hanno mantenuto il gruppo ad alti livelli hanno dato un preoccupante segnale di “invecchiamento” relegando gli U2 alla classicità, immortale, intoccabile ma alquanto imbalsamata. Lasciando soprattutto il campo ad altri gruppi “di derivazione” o quantomeno di chiaro riferimento, come i Coldplay che, tranne il bellissimo esordio, hanno di  volta in volta ispirato i loro albums al sound U2, a volte in maniera imbarazzante come nel pluripremiato Viva la vida.

In questo nuovo lavoro gli U2 riescono dove gruppi storici, veri caposcuola di genere, hanno miseramente fallito, come i Metallica, che, nel voler riaffermare la propria leadership, si sono persi in continue riproposizioni anacronistiche della propria musica, risultando, alla fine pessimi imitatori di se stessi. Non troverete quindi in No line  i vari Pride II  ma un vero e piacevole recupero dell’essenza e dei caratteri del suono del gruppo irlandese, un ritorno ai tappeti musicali di chitarra, alla ritmica “sporca” , ai crescendo dei ritornelli accompagnati dal charleston e dai tamburi, dal pianoforte di “New year’s  day”, dai cori “oh-oh-oh” di “With or without you”,  che hanno accompagnato le canzoni degli U2 fino alla svolta “americana”. Il tutto impiantato in canzoni “moderne” prive di echi retrò o sterili nostalgie, che non “somigliano a” ma “suonano come” senza rinunciare al percorso seguito dal gruppo nella sua storia. Insomma una sorta di compendio particolarmente riconoscibile a chi ha amato e ascoltato ogni loro canzone. E non mancano alcune interessanti novità come gli assolo di chitarra limpida e pulita (alla Gilmour per intenderci) o le prolungate parti strumentali  con variazioni sul tema musicale in Moment of Surrender e in Unknown caller. Un “disco” che va ascoltato ad alto volume,  per apprezzarne la rinnovata “potenza” sonora soprattutto per i due pezzi d’avvio,  e riprodotto da un impianto decente (quindi possibilmente niente i – pod e assimilabili) per leggere la raffinatezza e particolarità degli arrangiamenti (mirabile la produzione dello storico trio Eno – Lanois – Lillywhite complici di gran parte della storia musicale degli U2).

Tra le debolezze dell’album forse la mancanza di veri pezzi memorabili (nel senso che restano subito nella memoria) o immediatamente orecchiabili (non c’è neanche la ballatona epocale), nonché una evidente flessione nella seconda parte della tracklist, più pop e “rilassata”, con una conclusione un po’ debole che chiude stancamente i 50 e passa minuti di ottima musica. Non saremo davanti ad un capolavoro ma a suo modo, almeno spero, ad una pietra miliare della musica degli U2, un punto di ripartenza, un auspicio per un nuovo futuro più radioso. Allora bentornati U2 e finalmente, in tempi di magra, una buona notizia per gli amanti del rock e della buona musica.

[Articolo letto 2243 volte]
[Commenti (1): scrivi - leggi]
 


INSERISCI COMMENTO

 

Commenti lasciati per:

Buone nuove dal fronte del rock. Ritornano gli U2.
 

 

Finalmente ho avuto il tempo di ascoltarlo: mi sembra un disco bellissimo. E' un ritorno all'antico, senza esagerazioni nostalgiche.

Marcello

15/04/2009 12:55:22


 
 

LEGGI I COMMENTI

 

Inserisci un commento per:

Buone nuove dal fronte del rock. Ritornano gli U2.
 

nome

email

commento

 

antispam digitare la seguente parola

        
 
 


NOTIZIE

MUSICA

CINEMA

STORIA DELLA CANZONE ITALIANA

SPORT

ARTE

LIBRI e CULTURA

MULTIMEDIA

INTERNET

STORIE

SPETTACOLI

AMBIENTE

APPUNTAMENTI

PALERMO

VIAGGI

SONDAGGI

COMMENTI



















 


20 marzo 2019




LE ULTIME 3 FOTOGALLERY ON-LINE

[cliccare per aprire]


 

CONTATTA I...4 FISSA


nome

e-m@il

richiesta


Newsletter, scrivi la tua e-m@il
 



TUTTE LE GALLERIE FOTOGRAFICHE


 Questo sito utilizza la Creative Commons License