CATEGORIA MUSICA
 

segnala pagina  stampa pagina   

7 novembre 2017

A SCUOLA DI ROCK 34 - THE POLICE

di Dario Cordovana



Nel dicembre del 1976 Stewart Copeland fa il batterista nel gruppo dei Curved Air, ma l’aria che tira fa capire che il gruppo non ne avrà per molto. Infatti già un mese dopo Copeland ha già in mente qualcosa di diverso, e per mettere in pratica le sue idee contatta il chitarrista Henry Padovani, da poco arrivato in Inghilterra dalla Corsica. A completare il trio c’è Gordon Sumner, che nel mondo del rock diverrà Sting, un bassista e cantante che proviene da Newcastle, nel nord dell’Inghilterra.
Sting è appassionato di jazz-rock, ma a quell’epoca tiene già famiglia e in breve si rende conto che per camparla bisogna fare un altro tipo di musica, più al passo con quelle che sono le nuove tendenze del rock. Il punk infatti ha fatto piazza pulita di tutte le vecchie tendenze del rock ed è la musica del momento. I Police (questo il nome del nuovo gruppo) non fanno punk, ma suonano una musica aggressiva, che nel primo caso (il singolo “Fall out” composto da Copeland) fallisce nel tentativo di farsi notare se non dal pubblico almeno dalla stampa specializzata.
Per ampliare le possibilità di affermazione viene inserito nel gruppo lo scafato chitarrista Andy Summers (di dieci anni più vecchio degli altri), che in base alle sue conoscenze riesce in effetti a procurare delle date in Germania (a patto che Padovani, con cui non va d’accordo esca dal gruppo). L’ultima mossa di Summers è incoraggiare Sting, di cui ha fiutato il talento di compositore, a scrivere canzoni. Il primo risultato rilevante è “Roxanne”, che permette a Miles Copeland, fratello maggiore di Stewart e manager del gruppo, di ottenere un contratto discografico con la A&M. Per questa etichetta uscirà il primo album “Outlandos D’Amour”, nel quale si fanno sentire anche influenze della musica reggae (vedi “So Lonely”).
Intanto “Roxanne”, pubblicata in America, fa parlare di sé. Malgrado il tema (si tratta della storia di una prostituta), viene trasmesso dalle radio e il suo successo spinge il pezzo finalmente in classifica in Gran Bretagna.
Il boom dei tre biondi (finti) si ha con il secondo album “Regatta De Blanc”, al numero uno delle classifiche britanniche, così come i singoli “Message in a Bottle”  e “Walking On The Moon”. Il disco alterna rock e reggae e mostra un gruppo dalla tecnica raffinata (e quindi molto al di sopra dei gruppi punk di quel periodo) e uno Sting molto ispirato (“Bring On The Night”, “The Bed’s Too Big Without You”oltre ai due singoli già menzionati).
Nel pieno del successo il gruppo non può fermarsi (battere il ferro finché è caldo), ma il terzo attesissimo album, “Zenyatta Mondatta”, non si rivela all’altezza dei due precedenti, malgrado il successo dei singoli “Don’t Stand So Close To Me” e “De Doo Doo Doo De Da Da Da” confermi il gruppo al numero uno delle classifiche.
Forse accorgendosi del rischio di ripetersi, i Police corrono ai ripari: “Ghost in the Machine” risulta infatti più vario nelle soluzioni musicali ed è l’ennesimo successo. I singoli da ricordare sono soprattutto “Every Little Thing She Does Is Magic” e “Invisible Sun”.
Nel frattempo Sting ha già iniziato la sua carriera di attore (col film “Quadrophenia”) e ha ottenuto un buon successo da solista con il singolo “Spread a Little Happiness”, Stewart Copeland ha inciso un album con lo pseudonimo di Klark Kent e ha composto le musiche e il tema principale del film “Rumble Fish” (“Don’t Box Me In”, con Stan Ridgway alla voce) e Andy Summers ha inciso un album con Robert Fripp (“I Advance Masked”).
I Police torneranno nel 1983 con il quinto e ultimo album in studio, “Synchronicity”, che viene inciso in un clima difficile, soprattutto tra Sting e Stewart Copeland. Malgrado le tensioni ne esce l’album più maturo della formazione, con altri pezzi memorabili (“Every Breath You Take”, “Wrapped Around Your Finger”, “King Of Pain”, “Synchronicity II”). Ormai anche l’America è conquistata e il concerto allo Shea Stadium con 70.000 spettatori presenti ne è una conferma.
Arrivati al vertice, Sting decide di concentrarsi sulla sua carriera solista. I Police entrano in stand-by fino al 1986, quando si ritrovano per tre concerti e fanno un tentativo di andare in studio per registrare il sesto album. E’ solo un tentativo che però non porta a nulla di importante, anche perché il giorno prima di andare in studio, Copeland è vittima di una caduta da cavallo ed è impossibilitato a suonare.
I Police (mai ufficialmente sciolti), rientreranno in scena solo nel 2007 per un lungo tour mondiale. Pare che la molla per il riavvicinamento tra Sting e Stewart Copeland sia stata la partecipazione di entrambi in qualità di ospiti, ad un album del vecchio amico Henry Padovani. Ma malgrado il grande successo di questo reunion tour che si concluderà nell’agosto 2008 al Madison Square Garden di New York, non ci sarà futuro per i Police. Il tempo non passa invano…

3 album consigliati: Outlandos d’Amour, Regatta de Blanc, Synchronicity.

Un album prescindibile: Zenyatta Mondatta.

[Articolo letto 82 volte]
[Commenti (2): scrivi - leggi]
 


INSERISCI COMMENTO

 

Commenti lasciati per:

A SCUOLA DI ROCK 34 - THE POLICE
 

 

Io li ho conosciuti prima che fossero famosi in Italia. E ricordo che avevo delle foto scattate da mio cugino durante un concerto a Bruxelles ed una la regalai a Gabriella perché, come suo fratello, era una vera esperta ed intenditrice di musica. (da facebook)

Roberta Tumminello

13/11/2017 17:56:57


Synchronicity davvero imprenscindibile. Poi i primi dischi di Sting. (da facebook)

Pippo Carlino

13/11/2017 17:56:00


 
 

LEGGI I COMMENTI

 

Inserisci un commento per:

A SCUOLA DI ROCK 34 - THE POLICE
 

nome

email

commento

 

antispam digitare la seguente parola

        
 
 


NOTIZIE

MUSICA

CINEMA

STORIA DELLA CANZONE ITALIANA

SPORT

ARTE

LIBRI e CULTURA

MULTIMEDIA

INTERNET

STORIE

SPETTACOLI

AMBIENTE

APPUNTAMENTI

PALERMO

VIAGGI

SONDAGGI

COMMENTI



















 


19 novembre 2017




LE ULTIME 3 FOTOGALLERY ON-LINE

[cliccare per aprire]


 

CONTATTA I...4 FISSA


nome

e-m@il

richiesta


Newsletter, scrivi la tua e-m@il
 



TUTTE LE GALLERIE FOTOGRAFICHE


 Questo sito utilizza la Creative Commons License