CATEGORIA NOTIZIE
 

segnala pagina  stampa pagina   

28 giugno 2007

LA FURBATA DELLA SETTIMANA (L’ANTI-FISSA DELLA SETTIMANA)

di Mingo


Il titolo di dritto della settimana non può che andare al Senatore di AN Gustavo Selva, che con una furbata degna di grandissimi interpreti, ha letteralmente sbaragliato il campo da altri volenterosi concorrenti.
Il Senatore infatti, preoccupato di non arrivare in tempo a un dibattito negli studi televisivi di La7 a causa dei blocchi della circolazione automobilistica dovuti alla visita del Presidente degli Stati Uniti Bush a Roma ha finto di star male e ha chiamato il 118.
L'ambulanza, ovviamente, ha condotto Selva al pronto soccorso. Qui secondo il racconto fatto dai giornali il senatore, ricorrendo a insospettate doti di recitazione, ha dichiarato di star meglio e ha chiesto - qualificandosi come senatore della Repubblica - di essere scortato (sempre a spese del Servizio Sanitario Nazionale)- a casa del suo cardiologo. Il furbo Selva ha fornito però all’autista dell’ambulanza l’indirizzo non del suo cardiologo, ma degli studi tv dell'emittente La7, dov’è arrivato in tempo per il dibattito televisivo tanto agognato. A raccontare l'episodio è stato lo stesso Gustavo Selva, in diretta, durante la trasmissione.
Ma quale Totò (ricordate la vendita della Fontana di Trevi al ricco e sempliciotto italo-americano Decio Cavallo?), questa è classe pura, inventiva, recitazione senza copione. Non si sa se restare più indignati o ammirati di fronte a questa eruzione lavica di spirito italico che viene fuori dall’ottantaduenne senatore!
La bravata del senatore ha però sollevato feroci polemiche con l’unanime condanna in un panorama politico eccezionalmente bipartisan.
"Selva si scusi pubblicamente in aula", hanno chiesto cinque senatori dell'Unione, Francesco Ferrante e Andrea Ranieri (Ulivo), Loredana De Petris (Verdi), Nuccio Iovene (SD), Tommaso Sodano (Prc).
Impietoso Piergiorgio Stiffoni (Lega): "A 65 anni bisognerebbe andare in pensione". Il presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo, ha annunciato una denuncia alla procura della Repubblica di Roma, se sarà confermata la vicenda: "Ho già chiesto al direttore dell'Ares 118, Vitaliano De Salazar una relazione dettagliata sull'episodio". Roberto Calderoli della Lega Nord va giù durissimo nel suo inimitabile stile: "E' chiaro che non si deve mai augurare del male a nessuno, ma nel caso di Selva forse la legge del contrappasso non ci starebbe poi così male. Non vorrei cioè che il giorno in cui lui si dovesse sentire male sul serio, l'ambulanza che potrebbe salvarlo fosse impiegata per trasportare il politico di turno, esattamente come ha fatto lui ieri".
Peccato però che il Senatore, invece di andare orgoglioso del proprio misfatto abbia rovinato tutto dimettendosi, come richiesto dal suo stesso partito.

[Articolo letto 3396 volte]
[Commenti (0): scrivi - leggi]
 


 

INSERISCI COMMENTO

 

NESSUN COMMENTO E' STATO ANCORA LASCIATO...PUOI ESSERE IL PRIMO !!!
 

 
 

LEGGI I COMMENTI

 

Inserisci un commento per:

LA FURBATA DELLA SETTIMANA (L’ANTI-FISSA DELLA SETTIMANA)
 

nome

email

commento

 

antispam digitare la seguente parola

        
 
 


NOTIZIE

MUSICA

CINEMA

STORIA DELLA CANZONE ITALIANA

SPORT

ARTE

LIBRI e CULTURA

MULTIMEDIA

INTERNET

STORIE

SPETTACOLI

AMBIENTE

APPUNTAMENTI

PALERMO

VIAGGI

SONDAGGI

COMMENTI



















 


30 maggio 2020




LE ULTIME 3 FOTOGALLERY ON-LINE

[cliccare per aprire]


 

CONTATTA I...4 FISSA


nome

e-m@il

richiesta


Newsletter, scrivi la tua e-m@il
 



TUTTE LE GALLERIE FOTOGRAFICHE


 Questo sito utilizza la Creative Commons License