CATEGORIA TUTTE
 

segnala pagina  stampa pagina   

13 novembre 2008

I grandi comici di una volta: PAOLO PANELLI

di Marcello Basso



Proseguendo nella mia personale rassegna sui comici di una volta, non posso non ricordare il grande Menelao Strarompi di “Gran Varietà”, ovverosia (per chi avesse meno di 40 anni) Paolo Panelli.

Romanaccio verace, alto un metro e ottanta...voglia di crescere ... sposato con l’altrettanto indimenticabile Bice Valori, ha dato il meglio di sé (almeno per quanto ne so io) tra gli anni ’60 e l’inizio dei ’70 con alcune partecipazioni televisive e radiofoniche davvero memorabili.

Chi non ricorda la sua presenza nella storica Canzonissima del 1968 (quella con Mina e Walter Chiari)? Visto il tempo passato, probabilmente quasi tutti! Ed è un grave errore! Perchè quella Canzonissima, giudicata dai critici la migliore (assieme a quella del 1959, guarda caso anche quella con la presenza di Panelli), è stata davvero una pietra miliare nella storia dello lo show televisivo, anche se forse la lezione, considerato la munnizza che si vede oggi in TV, non è stata appieno imparata.

Le gag con Walter Chiari (di cui ho già scritto) erano veramente eccezionali  e spesso assolutamente innovative e “non sense”.

Se volessimo fare una analisi critica della sua comicità (cosa al di fuori della nostra portata ...) si potrebbe dire che Paolo Panelli cercava di impersonare (e ci riusciva anche) l’italiano medio (un po’ come Alberto Sordi), a volte un po’ meschino e/o pusillanime, che cerca di arrabbattarsi alla meglio in un mondo dove gli altri, spesso, sono peggio di lui.

Da ricordare anche gli sketch con la moglie Bice Valori, siparietti deliziosi nei quali entrambi sono al contempo comico e spalla dell’altro (in quel tempo la comicità al femminile era veramente cosa rara ...).

Panelli ha anche partecipato a molti film (ben 59! soprattutto negli anni ‘50 e ‘60) ma va detto che si tratta di commedie spesso poco memorabili (infatti se non l’avessi letto su internet, non me ne sarei ricordato ...), tra i tanti titoli vorrei ricordare, più per il titolo che per altro, il bellissimo (forse ...) “Siamo tutti pomicioni” del 1963 ....

Mi ricordo benissimo invece i suoi interventi radiofonici in “Gran Varietà” bellissima trasmissione domenicale presentata da Johnny Dorelli, ed in particolare il già citato “Menelao Strarompi””, esilarante macchietta del classico impiccione che, per l’appunto, si intromette nelle faccende degli altro, determinando nell’interlocutore reazioni sempre più esasperate delle quali, alla fine, si stupiva pure; o il classico “tassinaro” romano, riproposto pure in televisione con la moglie.

Una doverosa citazione meritano pure i suoi personaggi teatrali, soprattutto nell’ambito della così detta commedia musicale: una su tutte “Aggiungi un posto a tavola” col già citato Dorelli.

Insomma un grande comico, che ha spaziato su tutti i fronti: radio, TV, cinema, teatro ... e che oggi, purtroppo, viene ricordato sempre più raramente: io ho provato a rendergli un breve, meritatissimo, anche se forse inadeguato, omaggio.

Anche su Youtube non è che si trovi molto; tra questo “non molto” ho scelto per accompagnare questo intervento uno sketch tratto proprio da Canzonissima ’68, penso che valga la pena di rivederlo. Alla prossima.


Paolo Panelli, Walter Chiari e Mina in una parodia dei telefilm di Perry Mason (da Canzonissima '68)



[Articolo letto 4864 volte]
[Commenti (4): scrivi - leggi]
 


INSERISCI COMMENTO

 

Commenti lasciati per:

I grandi comici di una volta: PAOLO PANELLI
 

 

Non mi pare di ricordare questa espressione come proveniente da quella Canzonissima. Di Panelli mi ricordo il grido "Canfora!" dopo il monologo, rivolto al celebre direttore d'orchestra, o anche "chi? tu' cognato? erore! Mina!"

Dario C.

24/11/2008 22:08:47


Non mi ricordo più se la famosa esclamazione "pija, pesa, incarta e porta a casa!", che a Milano era sulla bocca di tutti, risalisse proprio alla edizione del 1968 di Canzonissima, o se fosse più vecchia (come mi pare di ricordare)

Sandro

15/11/2008 00:41:54


Vorrei spendere anche una parla per Bice Valori telefonista in rima della Rai. Da piccola la adoravo. Anche ora.

Daniela

14/11/2008 20:24:56


Io comincio a sospettare di avere più di 40 anni. Perché io Strarompi me lo ricordo. Mi sfuggiva effettivamente che si chiamasse Menelao. E' un buon segno?

Daniela

14/11/2008 20:23:34


 
 

LEGGI I COMMENTI

 

Inserisci un commento per:

I grandi comici di una volta: PAOLO PANELLI
 

nome

email

commento

 

antispam digitare la seguente parola

        
 
 


NOTIZIE

MUSICA

CINEMA

STORIA DELLA CANZONE ITALIANA

SPORT

ARTE

LIBRI e CULTURA

MULTIMEDIA

INTERNET

STORIE

SPETTACOLI

AMBIENTE

APPUNTAMENTI

PALERMO

VIAGGI

SONDAGGI

COMMENTI



















 


19 ottobre 2019




LE ULTIME 3 FOTOGALLERY ON-LINE

[cliccare per aprire]


 

CONTATTA I...4 FISSA


nome

e-m@il

richiesta


Newsletter, scrivi la tua e-m@il
 



TUTTE LE GALLERIE FOTOGRAFICHE


 Questo sito utilizza la Creative Commons License