CATEGORIA TUTTE
 

segnala pagina  stampa pagina   

29 gennaio 2008

LE PRIMARIE DEI QUATTROFISSA : CHI VORRESTE COME GOVERNATORE ?

di Mingo Romano



Improvvisamente e (forse) inaspettatamente siamo in piena campagna elettorale. In 90 giorni si decide il futuro della Sicilia per i prossimi 5 anni e non solo.

Mentre il centrodestra sembra compattarsi su un esponente di Forza Italia (Alfano o Cascio), a meno che a sorpresa non venga fuori un esponente della “Cosa bianca” come Lombardo, nel centrosinistra ancora si deve scegliere. E probabilmente questa volta non ci sarà tempo per fare le primarie. Una senza-partito ed esponente dei movimenti e della società civile come Rita Borsellino? Oppure una candidatura autorevole ma di “apparato” come quella di Anna Finocchiaro ? C’è anche chi vorrebbe Ivan Lo Bello, Presidente di Confindustria Sicilia e in prima linea nell’impegno antipizzo dell’Associazione degli industriali siciliani.

Voi chi vorreste ? Fate i nomi!

[Articolo letto 2170 volte]
[Commenti (34): scrivi - leggi]
 


INSERISCI COMMENTO

 

Commenti lasciati per:

LE PRIMARIE DEI QUATTROFISSA : CHI VORRESTE COME GOVERNATORE ?
 

 

Caro Mingo, sarà una sorpresa per te vedere un mio commento, ma si sa in tempi di elezioni, anche i "profughi" sentono il desiderio di esprimersi per la propria città. Condivido la tua linea di pensiero e credo che di "apparati", anche nelle migliori intenzioni, ne abbiamo visti anche troppi. Vuol dire chiaramente che preferierei la Borsellino, ma c'è un ma! Credo che non ci sia un elettorato maturo quanto basti per questo risultato. Credo che infine, vista la corrente direzione non sarebbe male provare la Prestigiacomo. Mi sembra "tosta" abbastanza, ad onta dell'aspetto delicatamente femminile, per far fronte ad una terra come la nostra, dove anche un certo modo di fare serve per raggiungere a scopo! Sarebbe anche un'ipotesi che concede ad un elettorato di destra una canche vera, fondata su un sano rilancio dei confronti.

giovanni

04/02/2008 20:12:14


A parte le riserve, ho detto più volte che allo stato delle cose l'unico candidato potabile è Borsellino e su questo nome dovremmo coagularci, sperando che il sindaco di Roma non la pensi diversamente.

fara

03/02/2008 16:22:32


Fara, ho le tue stesse paure e sono d'accordo, però penso che almeno la Borsellino ha il vantaggio di partire da quel 35% di consensi e non da zero.
Davide, credo che l'indeciso non è Attila, ma rispetto il suo anonimato!

mingo.r

03/02/2008 10:40:24


Dimenticavo di concludere: non ho un candidato da proporre. Dovrebbe essere costruito "ex novo". Nome nuovo, volto nuovo, proposte nuove e convincenti che colpiscano gli elettori senza farli sentire responsabili (come in realtà sono, detto tra noi) dei mali che ci affliggono. Vedete una volpe vecchia come il berlusca, tutto il centrodestra e la mafia (cattolici osservanti) hanno trovato il capro espiatorio per tutti i nostri mali: I comunisti e i laici che vogliono distruggere "la famiglia". E come sapete da 60 anni vincono regolarmente le elezioni o quasi.

fara

02/02/2008 18:33:39


Qui non è questione di donne candidate o meno. Vi ricordo che Palermo è stata una delle prime città italiane ad avere un sindaco donna, Elda Pucci, fanfaniana e supportata da Gioia. "Regnò" un anno solo, dal 1983 al 1984 e poi dovette cedere la poltrona a Orlando.
Il mio problema non è la bontà dei candidati ma, come ho già detto in precedenza, a preoccuparmi è la "bontà" dell'elettorato.
Sarò testona ma sono sempre convinta che la massa dell'elettorato o è impermeabile al problema mafia perché con essa convive e vive o non sente la presenza mafiosa come un problema personale. Il mio timore è che una persona come Borsellino ha estimatori solo nella "nostra" cerchia, quella che da sempre è culturalmente abituata a fare "propri" i problemi sociali e numericamente non siamo la maggioranza, anche se alla fine tutto il "centrosinistra" dovesse convergere su un nome solo, qualunque esso sia.

fara

02/02/2008 18:24:43


Uhm, caro mingo stò indeciso mi puzza di Attila in vena "bypartisan"! Giù la maschera indeciso, cu si!!!Comunque prendo l'occasione per dire che se si guarda a destra la Prestigiacomo sembrerebbe, al di la del sesso, persona capace di sentimenti vista la liason politica, e sottolineo politica, con Fini ai tempi della legge sulla procreazione assistita e le lacrime contro i suoi colleghi di partito, capo compreso, che la deridevano per una posizione impopolare e soprattutto fuori dalla linea di partito. E poi è spiccicata alla imitazione della Cortellesi (e non viceversa intendiamoci, sembra nata prima l'imitazione e poi la Prestigiacomo).

davide

02/02/2008 17:47:51


Caro Mingo, partecipo al tuo sondaggio sul prossimo Governatore, spiazzandoti un pò. Non ti darò un solo nome bensì, due; uno per il centro-destra e uno per il centro-sinistra. Entrambi rappresentano l'espressione di un desiderio comune a molti Siciliani: il veder finalmente una donna ricoprire la massima carica della Regione Sicilia. Ecco allora i miei due nomi, per il centro-sinistra, non ho il minimo dubbio, e non discostandomi dall'opinione più diffusa, indico Rita Borsellino, persona sicuramente seria e di valore; per il centro-destra, credo che il nome giusto possa essere, l'On. Stefania Prestigiacomo, persona decisa e dotata di esperienza politica.

l'indeciso

02/02/2008 16:56:02


Preferisco Rita Borsellino per il suo lavoro e il suo impegno teso ad avvicinare la politica alle istituzioni stimolando la partecipazione attiva dei cittadini all'impegno pubblico. Ottimi rappresentanti sarebbero anche Crocetta e la Finocchiaro. Ma il nodo da sciogliere mi sembra un altro: dobbiamo intanto battere il centro destra e poi governare affrontando la grave crisi sociale e culturale che investe il funzionamento della pubblica amministrazione.

Giuseppe

31/01/2008 21:24:10


Avessi più tempo, mi candiderei io!

bulgakov

31/01/2008 09:57:10


Forse, prima di indicare un candidato dovremmo comprendere qual'è la quota di voto "libero" in Sicilia. Per voto libero intendo quello "puramente" ideologico.Intendo quello che non si fa comprare in cambio di qualcosa,dai 100 Euro alla promessa di un posto.Quanti di questi hanno intenzione, o hanno il coraggio, o hanno quello scatto per cominciare ad alzare la testa una volta nella vita e dire questa volta voto per chi dico io. Insomma, se il voto "libero" si attesta sul 35%, a meno di un miracolo, non basterà neanche il piu grande trascinatore di folle che il mondo abbia mai visto. E' anche vero però che in Calabria,Campania e Puglia (regioni simili ma diverse dalla nostra) il centro-sinistra è riuscito a vincere (non so poi con quali risultati di governo). Insomma, sperare comunque. Anche da noi uno scatto d'orgoglio forse è possibile oppure la nostra capacità di sopportazione è praticamente senza fine ? Ci vorrebbe un candidato moralmente ineccepibile, moderato q.b. per erodere consensi dall'altra parte,innovativo, abbastanza noto perchè 90 gg sono pochi per farsi conoscere, non bruciato da precedenti sconfitte, l'essere giovane da noi non è necessariamente un pregio.Insomma uno che abbia tutte queste caratteristiche messe insieme io non lo trovo. Un Soru siciliano. Ivan Lo Bello, Artioli, Orlando,Bianco,Borsellino, Pasquale Pistorio (presidente della st Microeletronics). Tutti hanno qualcosa del candidato ideale. La penso come Fara, aveva ragione Benedetto Croce.

mingo

31/01/2008 07:41:21


aveva ragione Benedetto Croce. Poveraccio non si dava pace! non riusciva ad accettare che il suo voto aveva lo stesso peso di quello del suo portinaio o del suo cocchiere!

fara

30/01/2008 23:56:39


forse nella premura di rispondere sono stata poco chiara. Io ho molta stima per Borsellino o per Fava (un po' meno per Finocchiaro, troppo esposta e perdente politicamente in quanto tappeto per Veltroni, il san pio della sinistra cattolica). E in ogni caso sarò con loro e li supporterò qualora dovessero rappresentarmi.
Ma diciamolo pure, è possibile impostare ancora una volta una campagna elettorale sulle ceneri di Borsellino? o di Giuseppe Fava? Ma voi lo sapete che mia suocera, 80 anni, e le sue amiche coetanee, che vanno tutte a votare, e non sono poche, non sanno neanche chi era Fava? Lo sapete che non hanno idea di cosa sia il pizzo? Loro vedono Domenica in o Buona domenica. A loro importa solo che qualcuno le difenda dallo scippatore (il pericolo incombente nella loro vita di elettrici), e l'uomo forte della destra glielo garantisce, e che qualcuno gli aumenti la pensione, e l'uomo forte di destra se non lo garantisce almeno lo promette! Mia suocera e le sue amiche, tutte elettrici, non vogliono né onestà né antimafia né altro, desiderano solo il posto fisso per la nipote ormai 35enne, o quanto meno un posto regionale o provinciale o comunale, passibile negli anni di diventare fisso, la certezza della pena per il piccolo scippatore e la bonifica delle "prostitute" . Ma non perché , poveracce sono costrette a fare questo lavoro ma perché donne di malaffare e basta!
Certe volte ho l'impressione che quelli della sinistra siciliana vivano in un altro mondo. Il mondo delle belle librerie, il mondo dei blog, delle cene. E pure noi parliamo tra noi e ci diamo ragione l'un con l'altro, ma gli altri? mia suocera, tua cognata, tuo cugino...quelli che poi vanno a votare, e sono tanti per chi e per cosa votano e voteranno?

fara

30/01/2008 23:52:26


premesso che qualunque sia il nome per il centrosinistra (sinistra?) mi batterò per questo dico subito che per me Borsellino, Finocchiaro, e anche Fava, sono perdenti.
La mia, e la vostra, è una battaglia persa perché nessuno di loro rappresenta le aspettative del "popolo perbene".Gli elettori , soprattutto gli anziani, e sono tanti, non vogliono suocere per bene o figli e sorelle di eroi e non si rendono neanche conto della presenza della mafia.
Scusate la brevità ma ho poco da dire, questi candidati, per belli che siano, non riescono a entrare nel cuore della gente, "quella perbene"

fara

30/01/2008 22:19:34


Sinceramente mi vanno bene sia la Borsellino che la Finocchiaro,basta che si vinca!

Lory

30/01/2008 19:44:03


Mi viene in mente un solo nome capace di rappresentare integrità e coerenza morale: Rita Borsellino.

Daniele

30/01/2008 19:09:16


In politica ,più ancora che nella vita,"mai dire mai".E' accettabile che non riusciamo a fare tesoro delle esperienze vissute e continuiamo a commettere gli stessi errori una,due,cento volte? La vogliamo smettere? Non esiste nessuno che possa far comprendere al Partito Democratico che la Società Civile arricchisce di contenuti un Partito che forse non sa leggere un territorio e va avanti per schemi ponendosi un obiettivo che è alla portata oggi,eche invece pensa di raggiungere tra 10 o 20 anni!!!!!Sapete spiegarmi perchè?

almar

30/01/2008 18:12:24


E chi se non Rita Borsellino può farci andare in giro per l'Italia senza vergognarci di essere siciliani? E chi,se non Rita Borsellino può dare luce all'immagine "sporcata" della nostra Sicilia ?

almar

30/01/2008 17:36:39


I l problema non è il nome da proporre.Il problema è la coalizione che ci sta dietro.
Abbiamo visto come la sinistra a livello Nazionale non esiste,figuriamoci in Sicilia.
Io ho già deciso:non andrò più a votare.Non ci sono candidati che possano rappresentare la mia idea di politica.
Quindi il giorno delle elezioni andrò a pescare.

Donciccio

30/01/2008 16:41:34


La Regione Siciliana è ufficialmente commissariata.
Finalmente.
Le dimissioni di Cuffaro non sono servite a far mettere le mani sul Bilancio della Regione ai suoi viceré.
Capi e capetti se ne ritornino all'ovile.

Luigi

30/01/2008 15:58:00


Rita Borsellino ha dimostrato di essere altro e oltre la sua storia personale.
E poi non si può continuare a costruire sulla sabbia. La storia, e prima ancora la cronaca, hanno dimostrato che Cuffaro era la scelta sbagliata, la volta scorsa. Agli elettori bisogna dimostrare coerenza.
Non azzerare tutto e ricominciare da zero, ogni volta, assecondando la smemoratezza di troppi.

roberto alajmo

30/01/2008 15:34:15


Forse, Luigi, queste candidature sono popolari perchè in Sicilia anche i politici di sinistra spesso colludono con la "zona grigia" oppure sono rassegnati alla sconfitta già prima di partire.
L'unico modo per esser certi di votare persone pulite, allora, è affidarsi a chi purtroppo ha sperimentato sulla propria pelle la violenza della mafia e ha reagito diventando testimone di legalità.

dario

30/01/2008 14:16:26


Ripeterò fino alla nausea che, nulla togliendo alle qualità delle singole persone, dire o Rita Borsellino o Claudio Fava sembra voler dire che in Sicilia si è puliti, degni, solo se si ha in famiglia una vittima di mafia.
Non mi sembra una buona idea, per niente.

Luigi

30/01/2008 13:52:26


E' che, cara Daniela, noi abbiamo una propensione al masochismo, al suicidio, all'annichilimento. Ci avvitiamo e ci contorciamo in un fasullo contorcimento pragmatico per poi darla vinta alle truppe carroarmate della destra. Visto? Il Pd vuole un proprio candidato. La nostra povera, misera, polversoa sinistra si spacca e noi ci spacchiamo le balls.

maramaus

30/01/2008 13:43:53


Anche io, come Giuseppe Scuderi, dico Rita Borsellino e Claudio Fava. E per gli stessi motivi che ha così ben riassunto lui.
E poi, fatemi capire: qui diciamo che la Borsellino non può vincere perché non è una politica di professione.
Ma perché Berlusconi lo è? Cammarata lo è? Pensate che il problema sia questo, o che la differenza la facciano le truppe cammellate che la destra si porta dietro? Io propendo per la seconda ipotesi.

Daniela Vaccaro

30/01/2008 13:37:19


Dalle Madonie agli Iblei,
una voce si sente:
RITA PRESIDENTE

marco

30/01/2008 11:25:21


Ma se vogliamo uno squalo da contrappore allo squalo della destra, sarà preferito lo squalo doc.

maramaus

30/01/2008 10:39:13


Qualche giorno fa, parlando con un giovane amico, ho avuto modo di sentire la sua opinione su Rita Borsellino e sul candidato ideale, che cerco di riassumere.
Aurelio, così si chiama il mio giovane amico, sostiene che Rita Borsellino “gli ricorda una zia”, ma non una specifica sorella dei genitori, bensì l’immagine di una zia qualsiasi, morbida, rassicurante, ligia ai doveri, che si ricorda dei compleanni, che ti spinge a studiare dicendo sempre quanto sia indispensabile arrivare alla laurea, che ti invita a fare sport, a rispettare i genitori, ecc.
“Insomma un’insopportabile rompipalle” ho provato a dirgli stimolando una reazione. “Eh, quasi”, mi ha risposto, aggiungendo: “capisci allora cosa voglio dire quando dico che somiglia a una zia? Come un genitore aggiunto, ecco!”.
La discussione si è chiusa così, lasciandomi a fantasticare sulle etichette che spesso ci imprigionano, spettatori e vittime di un destino predeterminato.
Ma di fronte a uno standard di classificazione sociologica che vuole la comunità ottusa, soggetto passivo di un mercato globale, dove tutto è vendibile, essendo l’umanità un’accozzaglia di potenziali clienti/acquirenti, come si può condannare chi pensa di sapere tutto di una persona secondo una logica del linguaggio fondata sull’apparenza?
Sposare l’idea che l’elettorato siciliano sia vittima – alla stregua degli altri cittadini del terzo millennio – degli stessi meccanismi che muovono oggi la comunicazione, non vuol dire per forza “imitare la politica propagandistica della destra” (e del commerciante Berlusconi), ma comprendere la gente come oggi è, senza vivere con la testa fra le nuvole.
Le competizioni si affrontano per essere vinte, con buona pace dei retori sportivi che affermano che l’importante è gareggiare.
I giornali di oggi riportano la notizia che vorrebbe la candidatura di Rita Borsellino bocciata dalla segreteria del Partito Democratico (che rivendica l’autonomia di scelta in considerazione dell’80% della rappresentanza totale degli elettori di centro-sinistra).
Forse il Partito Democratico siciliano non ama le zie o forse sa che l’immagine del candidato ideale deve essere diversa da quella paciosa e poco combattiva dell’adorabile Rita.

Luigi Riotta

30/01/2008 10:21:56


Tra i nomi fatti mi piacerebbe la Finocchiaro (ma non accetterà), una politica di professione, perchè per cummattere con quelli con gli scaglioni che ci sono quì non è proponibile l'immagine di una farmacista ceduta alla politica dall'oggi al domani come la Borsellino. Per carità una brava persona ma se la mangiano in un sol boccone. Altro che immagine di "politica pulita". Quà ci vuole la politica e la Borsellino non la rappresenta nè la conosce; dice belle cose, incarna ideali belli ma ci vuole ben altro, personalità, polso fermo e conoscenza approfondita di cos'è amministrare una Regione. Fava sarà lucido ma ci ha depresso per anni, buono a distruggere per partito preso, anche se spesso a ragione, ma non vedo in lui "il progetto" ovvero cosa fare dopo aver, leggittimamente, spazzato via la malapolitica siciliana.

davide

30/01/2008 09:14:43


Rita Borsellino sicuramente ma facciamoglielo sentire, non contano soltanto le parole ma anche i fatti: penso che noi frequentatori di questo blog siamo pronti per darti una mano cara Rita.

cz

30/01/2008 09:02:27


direte che mi faccio influenzare, ma quello di Rita Borsellino, mi sembra il nome più adatto. Non perchè è donna o perchè porta un nome importante, ma perchè trasmette, lo voglia o no, un'immagine di "politica pulita". Almeno questa è la percezione, da qui.

nina-stric padova

30/01/2008 08:22:52


Posso fare una "graduatoria" motivata?
1. Rita Borsellino: può mettere insieme tante diverse speranze.
2. Claudio Fava: grandissima "lucidità" e coerenza
Nessun altro

Giuseppe Scuderi

30/01/2008 08:21:16


La Borsellino, chiaro!

maramaus

30/01/2008 08:20:12


Per me bisogna continuare la strada iniziata due anni fa.
Rita Borsellino.
Ma stavolta, se possibile, con un'organizzazione alle spalle che cerchi soldi e non dia per scontata la sconfitta.

dario

30/01/2008 08:00:35


Ecco il mio nome: Rita Borsellino

valeria monti

30/01/2008 07:50:04


 
 

LEGGI I COMMENTI

 

Inserisci un commento per:

LE PRIMARIE DEI QUATTROFISSA : CHI VORRESTE COME GOVERNATORE ?
 

nome

email

commento

 

antispam digitare la seguente parola

        
 
 


NOTIZIE

MUSICA

CINEMA

STORIA DELLA CANZONE ITALIANA

SPORT

ARTE

LIBRI e CULTURA

MULTIMEDIA

INTERNET

STORIE

SPETTACOLI

AMBIENTE

APPUNTAMENTI

PALERMO

VIAGGI

SONDAGGI

COMMENTI



















 


30 maggio 2020




LE ULTIME 3 FOTOGALLERY ON-LINE

[cliccare per aprire]


 

CONTATTA I...4 FISSA


nome

e-m@il

richiesta


Newsletter, scrivi la tua e-m@il
 



TUTTE LE GALLERIE FOTOGRAFICHE


 Questo sito utilizza la Creative Commons License