CATEGORIA TUTTE
 

segnala pagina  stampa pagina   

29 febbraio 2008

Elezioni spunta il terzo incomodo:Beppe Grillo lancia Sonia Alfano Governatore - IL VIDEO

di Mingo Romano


A sorpresa spunta il terzo incomodo. E' Sonia Alfano, candidata Governatore con la lista Amici di Beppe Grillo (il nome è un pò infelice, mi ricorda gli Amici di Maria De Filippi...). "Scegliere tra Lombardo o Finocchiaro è come scegliere se buttarsi dal quinto o dall'ottavo piano" dice Beppe Grillo. "Noi siamo la risposta alla voglia di ricambio della politica".

Con il tipico stile Grillo fatto di frasi che lasciano il segno il "comico" ligure presenta Sonia Alfano, figlia del giornalista di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina) Beppe Alfano, ucciso dalla mafia nel genaio del 1993.

"Pubblicheremo i nostri casellari giudiziari e non credo che gli altri partiti possano farlo, perchè altrimenti dovrebbero epurare il 95% dei loro candidati", ha detto Sonia Alfano.

Altro punto qualificante la ricerca: "Il governo Alfano - ha sottolineato la candidata presidente - dismetterà le partecipazioni bancarie della Regione investendo il ricavato nella realizzazione di centri di ricerca gestiti con criteri rigorosamnete meritocratici".





Intanto, sul fronte Borsellino, la candidata della Lista Arcobaleno ha voluto ringraziare con una lettera tutti quanti l'hanno sostenuta nella sua candidatura.Eccola:

Prima di tutto: grazie.
Grazie per la vostra passione, per l'entusiasmo e l'affetto che mi avete dimostrato. Grazie per avere fatto sentire alta la vostra voce ed avere sostenuto la mia, la nostra candidatura. In queste settimane ho visto moltiplicarsi i comitati e anche le adesioni all'appello lanciato da Consolo e da tanti intellettuali e artisti. Ognuno ha speso la propria professionalità, la propria credibilità e identità per Rita Borsellino e il leggere sul sito tante firme, insieme a tanti percorsi diversi, mi ha fatto comprendere quanto fosse importante fare di tutto perché il cammino intrapreso in questi anni potesse andare avanti.
Ve lo confesso: se ho scelto di andare in tandem con Anna Finocchiaro è anche per ognuno di quei nomi e per non tradire quel milione e 70 mila elettori che mi hanno dato la fiducia due anni fa. So che può sembrare un paradosso ma è così. Per come si erano messe le cose all'interno dell'Unione si sarebbe andati allo scontro e anche il nostro progetto avrebbe potuto avere contraccolpi negativi, vanificando il prezioso lavoro dei cantieri,
espressione della passione e l'impegno di ciascuno di noi.
La mia scelta in questa direzione - dopo l'incontro di Pergusa - ha evitato che ciò accadesse e determinato l'unità delle forze del centrosinistra. E oggi con un progetto condiviso da più parlamentari, riuscire ad incidere dentro le istituzioni, diventa possibile. Oggi possiamo fare tutti un passo avanti.
La scelta di un tandem fa sì che si riparta dal programma elettorale scritto a 20 mila mani per la mia candidatura. Da Anna Finocchiaro ho avuto rassicurazioni di una campagna elettorale e di un'azione politica comune nel nome del cambiamento. Alla Sinistra l'arcobaleno, sempre in nome dell'unità,
ho offerto la mia disponibilità a guidare la lista regionale, rafforzandola con altre candidature di Un'altra storia in ogni provincia e rinunciando alla presentazione di una lista mia per concentrare le forze, potere superare lo sbarramento elettorale che la legge impone e non rischiare l'estinzione di tutto ciò che si era costruito.
Non so se questa si dimostrerà la strada migliore. Lo vedremo. Di certo mi è sembrata la migliore oggi. Ciò che mi interessa e per cui lavoro da 15 anni è la mia terra, la mia gente, un progetto di cambiamento vero in nome di legalità, sviluppo, sostenibilità. La Sicilia vive un momento unico. Un momento in cui ci sono tutti i presupposti per creare una nuova maggioranza di governo e concretizzare un'unità di progetto anche oltre il centrosinistra.
In questa campagna elettorale ho deciso di mettere ancora una volta a disposizione dei siciliani, la mia faccia, la mia vita. Sono certa che se tutto ciò verrà compreso, questa campagna potrà essere l'inizio di una nuova stagione.
Per questo vi chiedo: restatemi accanto. Mi fido di voi.
Rita Borsellino

A parte la soddisfazione di avere tre donne (considerando Rita Borsellino un pò una candidata occulta) di grande spessore candidate alla Presidenza della Regione, vi chiediamo: Secondo voi Sonia Alfano è espressione di quell'antipolitica di cui tanto si parla? E poi... pescherà di più nell'elettorato di centrodestra o di centrosinistra? Dite la vostra....




[Articolo letto 2048 volte]
[Commenti (25): scrivi - leggi]
 


INSERISCI COMMENTO

 

Commenti lasciati per:

Elezioni spunta il terzo incomodo:Beppe Grillo lancia Sonia Alfano Governatore - IL VIDEO
 

 

Carissimi siciliani
piace sempre la vostra passione e sopratutto la ricchezza nel modo di esprimersi
ho letto quasi tutti i commenti e sono d'accordo con chi dice che la frammentazione politica è il maggiore danno per poter realmente procedere verso un cambiamento
purtroppo, non bisogna pensare ad una svolta, sarebbe impossibile attuarla se non con la rivoluzione, è invece necessaria una transizione ed anch'io vedrei di buon occhio la coalizione di Rita, Anna e Sonia per un lavoro comune: vanno tutte nella stessa direzione e l'unione fa a forza

vi invidio una cosa avete tre SIGNORE CANDIDATE noi, da queste parti, solo immondizia non raccolta.

mi raccomando in bocca al lupo :::!!!
Irene

irene

09/03/2008 16:06:08


Bravi,bravissimi.Si è aperto un forum più che un blog.Ho conosciuto personalmente Sonia Alfano
e ho avuto più volte occasione di manifestarle la
mia solidarietà per la tragica vicenda in cui si è
ritrovata.Ma qui in Sicilia ne usciremo solo con
Finocchiaro-Borsellino e del terzo incomodo non
avevamo proprio bisogno,era già più che difficile
così. Mi dispiace,perchè la Sonia era pure utile
nelle "nostre file " per legare,non per rompere.

Luisa

04/03/2008 18:46:41


Apprezzo Sonia Alfano e con lei tutte le vittime di mafia che hanno avuto il coraggio e l'onestà di denunciare boss e gregari per difendere il diritto di tutti i cittadini alla legalità e alla libertà.
Beppe Grillo dimostra una forte passione civile ma si sente lontano (come tutti noi) dalla politica aberrante praticata negli ultimi anni dai nostri rappresentatnti politici e la condanna senza appello e senza speranza. Nel confronto fra il vecchio e il nuovo lui non riesce a vedere nessun travaglio interiore che spinge le coscienze a mettersi in discussione e ricominciare daccapo. Se la sua non è antipolitica è certamente contrapposizione di idee e sentimenti che restano patrimonio comune del centro sinistra.
Ora non sarei sincero se non esprimessi il mio rammarico per la presentazione della lista con Sonia Alfano candidata alla regione: perchè offre il panorama di una sinistra frantumata in questioni di bottega grette e meschine, che mortificano e disperdono quella visione d'insieme di un grande progetto unitario di rinascita regionale, concepito e condiviso da Rita Borsellino e Anna Finocchiaro. Due donne molto attive e motivate impegnate nel cambiamento radicale di una regione dove la legge non ha la forza di imporsi.

Giuseppe

02/03/2008 21:43:38


Anche se le persone hanno voglia di novita', compreso me, sinceramente non me la sento di votare una persona che é la prima volta che sento nominare, anche se sponsorizzata da beppe grillo.
Inoltre tra scegliere di buttarmi dal 5° piano(finocchiaro) o dall'8° piano( Lombardo) sceglierei sempre il 5° ; in teoria si hanno più possibilita' di salvarsi

patrizia palermo

02/03/2008 20:28:03


perdonate la mia profonda ignoranza ma non riesco a capire come la destra possa essere uguale alla sinistra. Se mi dici che puoi trovare mascalzoni sia a destra che a sinistra è una cosa ma che la destra e la sinistra si equivalgono non lo accetto. E poi che vuol dire che destra e sinistra hanno programmi uguali? Forse che la sinistra deve dire licenziamo tutti se la destra dice assumiamo tutti, così tanto per differenziarsi? E' chiaro che i programmi devono assomigliarsi! E' il modo di svolgerli o di non svolgerli proprio che farà la differenza.
Certamente non voterò per una lista che gioca solo a "sfasciare", come quella dei grillofili

fara

02/03/2008 20:18:25


Sonia Alfano:Sicuramente, visto la sua tragica esperienza,è un personaggio pulito che desidera vivere in una società altrettanto pulita.Grillo un personaggio mediatico di grande effetto che riesce a cattivarsi,tramite le sue verità,l'attenzione di tutti noi.In ciò che dice e in ciò che ci rivela identifichiamo i pensieri remoti della nostra mente contenuti in qualche angolo nascosto del nostro cervello.Chissa se il cavaliere ha tentato di farlo suo appunto per questo.Però al di la questo cerchiamo di non farci trascinare dal volto pulito di Sonia perchè temo anch'io che potrebbe togliere voti al centrosinistra.Una piccola speranza ancora resta:il messaggio mediatico è rivolto a tutti anche chi ha votato per il centro destra ed è stanco di votare amici di talpe ed affini...Questo però è un altro discorso.

pietro

02/03/2008 19:31:31


Infatti alle 16 doveva iniziare il secondo tempo.
0-0....punto d'oro per la salvezza...ah ah ah

Donciccio

02/03/2008 16:59:45


Bedda matri, donciccio, un pò mi sembri daccordo e che hai capito quello che intendevo il rigo dopo no, sto stando male, mi pigghio una Biochetasi. Ma piuttosto com'è che inserisci commenti alle 16,00. Che fa non lo vedi il Palermo o ti stai sconcertando. In tal caso a che ne sciolgo una di bustina, che fa, ce ne agguingo un'altra?

davide

02/03/2008 16:39:17


Vorrei capire perchè la realtà la chiamate qualunquismo!!
A me fa orrore una sinistra che per andare al governo fa dei programmi uguali alla destra.
A me sembra che l'immobilismo è andare a votare per il meno peggio e fare gli spettatori.

donciccio

02/03/2008 14:21:34


Bravo Dario, sacrosanto quello che dici.

mingo

02/03/2008 14:19:14


Belle tutte queste elucubrazioni. So che ai delusi e ai grillini fa schifo il PD & C., anche io non ne sono entusiasta. Ma qui c'è da un lato una coalizione di mafiosi o giù di lì e dall'altro qualcosa che è comunque meno peggio. E sono le uniche in grado di vincere. Vogliamo davvero continuare a farci del male? E allora votiamo Grillo, la lista pensionati o quella pro-cannabis. Non importa. Per me la frase "..il voto a sinistra è stato sempre perso in Sicilia.." mi fa orrore, è l'espressione del peggior qualunquismo e immobilismo siciliano. Saremo quello che vorremo essere.

dario

02/03/2008 11:23:40


Scusa!!
Ho capito male.
Pensavo dicessi che Grillo dovrebbe scendere in politica come ha fatto berlusconi.
Non ho parlato di politica...anzi, ho semplicemente detto che non ci ho mai creduto.E l'unico motivo che ho per andare a votare è la presenza di una lista al di fuori della politica.
Mi sembra lineare e coerente con quanto affermato.
Piuttosto sei tu che chiedi a Grillo di scendere in capo come berlusconi e chiedi hai "futuri" candidati di "fare i fatti nostri" e non i loro.
Come se in passato i vari democristiani pentapartitici non hanno fatto i loro interessi.
Mi sa che ti sei incartato,o spiegato male.O forse ho capito male io.

Donciccio

01/03/2008 23:52:41


Caro Donciccio, Grillo no, ma noi si, noi abbiamo interesse a essere governati da chi faccia i "fatti nostri", così come Berlusconi è "sceso in campo" per farsi i fatti suoi, e proprio facendo politica. Ma dove l'hai vista, da quando sei nato e magari prima, stà Politica di cui parli. Nell'Italia democristiana, in quella del consociativismo o nel bellissimo Pentapartito che fu. Mi sa che sei tu che non sai di che parli.

davide

01/03/2008 21:45:13


Bene!!
Avevo scritto che non sarei andato a votare e questa candidatura mi fa cambiare idea.
Ma veramente credete che ci sia differenza tra destra e sinistra??
I candidati che escono dai partiti sono legati alle logiche degli stessi,meglio una lista civica fuori da tutto.
Io sono un Grillino,da sempre.Non sono ne di desrta ne di sinistra.
Ho sempre votato a sinistra,una sinistra che ha deluso molto e nella quale non mi sono mai veramente riconosciuto.
Che ben venga una lista composta da gente fuori dai partiti.
Sarà anche un voto perso...ma il voto a sinistra è stato sempre perso in Sicilia.
Grillo non piace??Non piace a molti.Lui è la voce dei tanti che sono stufi di essere presi per il culo da finti giornalisti,finti politici,finti dirigenti,finti industriali.
P.S.
Davide,ma veramente credi che il berlusca sia "sceso in campo" per fare "politica"??Che ci ha messo la faccia e i soldi??
Dico:ma ti rendi conto di quello che scrivi??Pper usare la teoria degli opposti dico che se berlusconi è sceso in politica Grillo non ha bisogno di farlo...non hanno gli stessi interessi.

Donciccio

01/03/2008 16:24:32


Faccio mia la lettera di Rita Borsellino a Beppe Grillo:“Condivido il vostro malessere nei confronti della politica – casta e dei partiti chiusi – scrive Borsellino- ma non condivido la scelta di correre da soli in un momento così importante per la Sicilia. Ritengo questa scelta poco coraggiosa: non si può solo demolire perché il rischio è che a furia di picconate si colpiscano anche i pilastri del sistema e non solo le pareti divisorie”.
“Avrei capito e avrei sostenuto io i grillini se, invece che una lista autonoma, aveste presentato una vostra ‘lista virtuale’ tra i candidati già in lizza. Partecipando e rafforzando un percorso che ci accomuna su tanti fronti”.
Tratto da www.ritaborsellino.it

mingo

01/03/2008 15:32:50


A rischio di essere superficiale, mi pare l'ennesima automartellata sui coglioni. Se Grillo dice di non essere l'antipolitica ma l'antipolitici, ovvero contro l'attuale classe politica da mandare a casa, scenda lui in campo, faccia l'aggregatore, il carismatico che finalmente addensa attorno a se i milioni e milioni di scontenti pronti ad abbandonare la inutile (specialmente in Sicilia) logica sinistra - destra, e lasci il suo ruolo di comico o di santone mediatico che ormai gli stà stretto. Il tanto vituperato (a ragione) Berlusca quando si è reso conto dell'ineluttabilità di certe scelte, è "sceso in campo" approntando mezzi e denari (molti) ma soprattutto ci ha messo la faccia. Purtroppo (ma sono punti di vista) l'atteggiamento ha pagato. Armiamoci e partite non funziona e fatto così dà definitivamente il via libera a chi invece, purtroppo, sa benissimo come serrare le fila al momento buono e raggiongere un obiettivo. E' la politica, baby, e purtroppo (e siamo a tre) vince chi ha più pelo sullo stomaco e non chi ha la collezione di attestai di verginità. Prima si vince, poi, se davvero sei in buona fede ed onesto, saprai come governare!!!E poi basta con i proclami e gli slogan..faremo...aboliremo...non sono troppo lontani dal famosissimo milione di posti di lavoro. Anche perchè spesso questi neofiti, per carità in buona fede, non sanno di cosa stanno parlando, vedi il duo Finocchiaro - Borsellino sui dipendenti regionali. E quì sì che so di che parlo (fidatevi).

davide

01/03/2008 15:05:35


Mi associo, un po' con tutti. Serve solo a destra.

Giuseppe Scuderi

01/03/2008 13:06:20


Gaudeamus! L'uomo dalla schiena dritta (Casini) candida Cuffaro al senato. Da governatore a senatore. Rima baciata. Poteva essere altrimenti per mister vasa-vasa?

fara

01/03/2008 12:57:17


Penso che ci siano due modi di intendere la politica. Soli contro tutti (Grillo ed estremisti di tutti gli schieramenti) o alleati con tutti (Lombardo, Rosa bianca ecc.).
Poi c'è una variante (nella quale secondo me non rientra Grillo, ma la destra di Storace si) ovvero quelli che dicono di correre da soli dopo che non sono riusciti ad ottenere quello che volevano da chi ha più numeri di loro.
In questo contesto il movimenti di Grillo è partito bene ed è finito male, anzi malissimo.
Non deve essere facile gestire il consenso, questo lo capisco, sia che tu faccia l'attore, lo scrittore o il politico. Deve essere molto facile montarsi la testa.
Se e quando accade questo si finisce per perdere una parte del consenso che si era acquistato. Non ci si può mettere al centro del mondo e sparare a zero contro tutti. Si fa così nelle sette non nei movimenti.
Quindi plauso alle idee di Grillo non al metodo, che sa molto di meteora. Questo è il motivo per cui - per me - un voto alla candidata di Grillo è un voto perso.
Luigi

Luigi

01/03/2008 11:58:37


Anni fa, quando il blog Grillo era un fenomeno internettistico seguito da un numero (relativamente) basso di persone io ho apprezzato molto le sue battaglie per la trasparenza e la sostenibilità economica. Diceva cose giuste e risvegliava coscienze sopite dal regime berlusconiano.
Col passare del tempo però Grillo ha alzato sempre di più la voce, ha assunto non più il ruolo del comico che fa informazione, ma del leader carismatico pronto ad aizzare il popolo ora contro una, ora contro l'altra parte politica. Il blog è diventato un ricatto alla politica. Non soltanto ai politici.
E' a questo punto che ho cominciato a non seguirlo più. Tutto quello che è seguito al V-day poi mi ha dato molto fastidio e sono fermamente convinto che l'atteggiamento irresponsabile tenuto da Grillo abbia contribuito alla fine del governo Prodi. Che abbia esasperato il pur legittimo sentimento di sfiducia degli italiani contro la classe politica per crearsi una nicchia. Questo è stato un errore gravissimo.
La candidatura di Sonia Alfano, persona rispettabilissima, io la vedo in quest'ottica. Ed è una candidatura molto pericolosa perchè da un lato non ha alcuna possibilità di riuscita, quindi è velleitaria; dall'altro perchè pesca esclusivamente voti nel (già esiguo) serbatoio elettorale del centrosinistra. Dunque cui prodest? La risposta è semplice. Serve a fomentare ancora una volta la tensione nella coalizione Finocchiaro-Borsellino, toglierle ogni possibile possibilità di vittoria, per dimostrare che l'unica forza (politica?) trasparente e onesta, in grado di contrastare i poteri clientelari e mafiosi, siano "gli amici di Grillo".
Questo farà vincere la destra.
E non mi piace per niente.

dario

01/03/2008 09:51:58


E' molto difficile capire e digerire gli argomenti forti del populismo qualunquistico del comico messia. Qui, dalle nostre parti, la partita in gioco è tra le le più delicate che si siano mai registrate dal dopoguerra e dalle stragi mafiose ad addiopizzo in poi. Serve una "sinisitra" (parola sempre più complicato scrivere e pronunciare) unita, compatta ed aggressiva. Il ticket Finocchiaro.-Borsellino rappresenta, tra mille difficoltà e mille contraddizioni, il miglior modo per rispondere adeguatamente alla corazzata del feudalesimo di ritorno di Lombardo, una sorta di Cuffaro con accento ripulito (ma pur sempre catanese) e con tanto di riportino. Arduo capire che esista una terza strada praticabile. E' un terzo incomodo: più che altro una quinta colonna alla destra che ad oggi sembra imbattibile.

maramaus

01/03/2008 07:36:46


Giusto Vicé, la mia ultima frase, forse sibillina, intendeva proprio questo. Non si può fare a meno della politica. Ma non bisogna confondere la speculazione di alcuni personaggi (da Craxi in poi per intenderci) con la politica. Sono almeno 20 anni che non si fa politica in Italia. Non intendo con questo dire che rimpiango la DC ma almeno, tra un interesse privato e l'altro, qualcuno di loro riusciva a fare qualcosa di politico. Basterebbe pensare a Moro e a Berlinguer. Di cui ormai nessuno si ricorda più

fara

29/02/2008 23:58:49


Il concetto di antipolitica è assolutamente border line. E' qualcosa che sta ai margini, in una zona indefinita dove si mescolano la rabbia, l'indignazione e la voglia di cambiare insieme al vuoto, alla confusione, al desiderio di rimanere comunque "massa" e lasciarsi tutto alle spalle. Il confine è molto sottile e gli scenari possibili eterogenei e anche inquietanti. Il cancro non è certo la politica ma l'uso che abbiamo fatto delle istituzioni occupandole e considerandole bottino di guerra da spartire tra correnti, fazioni e amici degli amici. Nei momenti di instabilità e di scadimento dei valori le istituzioni , viceversa, sono una garanzia per i cittadini. Quindi dobbiamo riappropriarci della politica e ridarle dignità più che correre verso il caos e l'indeterminatezza. Dipende tutto da noi. Viva la politica quindi. Perchè la politica la fanno gli uomini e grazie ad essa decidono buona parte del loro destino. La scelta della candidatura della Alfano va valutata su questo piano. Se esprime un concreto e fattivo desiderio di cambiamento, allora ben venga, se invece è l'espressione di una moda o di un movimento di opinione, servirà solo a frammentare ancora di più un elettorato che già di per se non sa che pesci pigliare.

vicè

29/02/2008 23:43:49


La mia la dico subito. Beppe Grillo e i suoi grillini non mi piacciono: Sono venuti fuori in maniera arrogante sui media comuni (e sappiamo chi governa i media, anche quelli pubblici ( basta leggersi le sbobinature delle intercettazioni telefoniche) subito dopo l'insediamento del centro sinistra al governo. Gli anni berlusconiani sono stati cancellati con un colpo di spugna e la parola d'ordine, anche se diversamente formulata, è stata "piove governo ladro".
Sono più che convinta che , sfruttando il nome di Sonia Alfano, sicuramente una brava ragazza, toglieranno voti alla Finocchiaro e alla Borsellino, favorendo ancora di più, se possibile, mister Lombardo e Berlusconi. No non condivido questo pseudo qualunquismo che serve solo a rafforzare chi non si pone domande ( gli elettori di desrta), chi non riesce mai a fare una critica sul proprio operato (gli eletti di destra) e soprattutto gli scontenti che non sono in grado di capire a cosa e a chi devono il malessere che oggi serpeggia in Italia e in Sicilia.

fara

29/02/2008 23:35:45


Premesso che la Alfano è sicuramente una brava persona, a me l'operazione Grillo non piace affatto. Intanto perché temo che toglierà voti al centrosinistra a favore di Lombardo (e mi scusino Grillo e Sonia Alfano, ma non si tratta proprio della differenza tra il quinto e l'ottavo piano). E poi io ho letto la lettera di Rita Borsellino. Mi è arrivata per mail, dato che avevo firmato l'appello per la sua candidatura. E' bellissima e secondo me è soprattutto qui che sta la differenza tra i due schieramenti. Personalmente non sentivo il bisogno del terzo.

Daniela

29/02/2008 21:17:33


 
 

LEGGI I COMMENTI

 

Inserisci un commento per:

Elezioni spunta il terzo incomodo:Beppe Grillo lancia Sonia Alfano Governatore - IL VIDEO
 

nome

email

commento

 

antispam digitare la seguente parola

        
 
 


NOTIZIE

MUSICA

CINEMA

STORIA DELLA CANZONE ITALIANA

SPORT

ARTE

LIBRI e CULTURA

MULTIMEDIA

INTERNET

STORIE

SPETTACOLI

AMBIENTE

APPUNTAMENTI

PALERMO

VIAGGI

SONDAGGI

COMMENTI



















 


1 giugno 2020




LE ULTIME 3 FOTOGALLERY ON-LINE

[cliccare per aprire]


 

CONTATTA I...4 FISSA


nome

e-m@il

richiesta


Newsletter, scrivi la tua e-m@il
 



TUTTE LE GALLERIE FOTOGRAFICHE


 Questo sito utilizza la Creative Commons License