CATEGORIA TUTTE
 

segnala pagina  stampa pagina   

8 marzo 2008

8 MARZO - UNA MORATORIA PER LE MIMOSE

di Mingo Romano


Oggi tornando da scuola ho visto i soliti tristi banchetti agli angoli delle strade, le solite tristi mimose e le solite tristissime facce da venditori di mimose.  Tutti in attesa dell'8 Marzo, come del 14 Febbraio, della Festa della Mamma etc.etc..Insomma un giorno come tanti per cercare di sbarcare il lunario.In compenso, e questo mi pare un buon segno, vedo che la Festa della donna va scomparendo dalle prime pagine dei giornali. Non fa pi¨ notizia. Al posto degli articoli ci sono riquadri che publicizzano streap maschili di indubbio disgusto (almeno per me...). Ma al di lÓ di queste scontate e facili considerazioni che significato ha oggi l'8 Marzo per voi donne ("siete voooi che fate il programma" diceva il "bravo presentatore" Nino Frassica qualche anno fa) utenti, lettrici e collaboratrici di questo sito? Un giorno come tanti ? Un giorno della memoria da celebrare comunque? Non so ? Chiediamo la vostra leggiadra opinione....Grazie
Noi come quattrofissa abbiamo scelto una frase del giorno - ma Ŕ pura ironia - affettuosa verso la vostra splendida diversitÓ.

[Articolo letto 2045 volte]
[Commenti (8): scrivi - leggi]
 


INSERISCI COMMENTO

 

Commenti lasciati per:

8 MARZO - UNA MORATORIA PER LE MIMOSE
 

 

Festa della donna: ma quali strip per donne, quali cene fuori fra donne. Mi piacerebbe che almeno in questo giorno nessuina donna venisse violentata, sfruttata, picchiata, discriminata. Mi sono fatta un regalo: ho comprato un libro "Africa, viva Africa". I proventi delle vendite vanno al Progetto DREAM per curare le donne ed i bambini malati di AIDS in Africa. Le mimose mi piace guardarle sugli alberi.

antonia

08/03/2008 20:15:19


Per me la festa della donna ha ancora un senso se la si considera come un giorno di riflessione sulla condizione femminile.
E ha un senso se vede la partecipazione anche degli uomini in un impegno di crescita civile e di rispetto per l'altro sesso.
Il fatto che l'otto marzo sia diventato un appuntamento commerciale come tutte le altre "feste" Ŕ un chiaro segno dei tempi. Ma la Festa delle Donne ha una sua specificitÓ, perchÚ nasce in ambito sindacale e sta alle donne riappropriarsi del suo significato originario.

M. Elena

08/03/2008 17:23:02


P.S. ... purtroppo sono d'accordo anche con Humphrey!

Antonella

08/03/2008 17:18:11


Sono pienamente concorde con quanto scrive Elena, donne e uomini meritano lo stesso rispetto (e lo stesso trattamento) gni giorno, e trovo giusto per˛ che ci sia anche un giorno per ricordare soprattutto perchŔ, nonostante tutto, ancora oggi il problema "donna" (purtroppo) rimane.

Antonella

08/03/2008 17:16:35


festa della donna? Nel senso: ci avevate creduto bellezze ma noi vi abbiamo fatto "la festa"!

fara

08/03/2008 16:13:12


Devo dire che, se non avessi visto i banchetti con le mimose, io me ne sarei dimenticata...e non sarebbe la prima volta, due anni fa - non me lo posso scordare - tanto non ci ho pensato che sono andata dal parrucchiere (non fatelo mai, il parrucchiere si sentirÓ autorizzato a chiedervi che fate quella sera e, alla vostra risposta perplessa - io gli dissi, oggi Ŕ mercoledý, non esco - vi prenderÓ quantomeno per sceme). In generale, non mi piacciono le feste che servono a ricordare qualcosa che dovrebbe essere ricordato tutti i giorni. Preferisco, come il cappellaio matto, le non feste. Un saluto e un augurio anche da Betty, comunque.

Daniela Vaccaro

08/03/2008 15:56:52


Ne ho discusso (malamente) giusto ieri sera. Trovo che l'8 marzo, le quote rose, tutto questo ricordarsi delle donne per legge o per calendario sia altamente discriminante. Donne e uomini meritano reciprocamente lo stesso, identico rispetto ogni singolo giorno. Per˛ l'8 marzo pu˛ essere un buon giorno per ricordarlo.

elena
soffiandovialapolvere.blogspot.com

elena petulia

08/03/2008 11:29:53


Ciao ragazzi, la festa della donna fa sempre piacere, ma non basta, anzi. Ogni giorno dovrebbe essere dedicato a tutte le donne del mondo che sono violentate, martoriate e umiliate. Purtroppo il problema esiste ed Ŕ ancora presente in gran parte del nostro pianeta. Passano gli anni, ma la civiltÓ continua a non affermarsi pienamente e le violenze contro le donne sono il primo sintomo di inciviltÓ.

Per il resto, personalmente, gli strip maschili mi lasciano perplessa, ma ben vengano 100 strip piuttosto che la segregazione e i divieti che in nome di tradizioni antiche e religioni oppressive si prefiggono di ostacolare in ogni modo la libertÓ sessuale delle donne.

Viva le donne dunque e viva gli uomini di buona volontÓ che le trattano con il dovuto rispetto. C'Ŕ ancora molto da fare, dobbiamo vigilare e batterci nel nostro piccolo, nella vita di tutti i giorni come nelle battaglie pi¨ grandi, perchŔ le donne possano essere al sicuro sempre.

Paola - www.parimerito.com

08/03/2008 10:09:32


 
 

LEGGI I COMMENTI

 

Inserisci un commento per:

8 MARZO - UNA MORATORIA PER LE MIMOSE
 

nome

email

commento

 

antispam digitare la seguente parola

        
 
 


NOTIZIE

MUSICA

CINEMA

STORIA DELLA CANZONE ITALIANA

SPORT

ARTE

LIBRI e CULTURA

MULTIMEDIA

INTERNET

STORIE

SPETTACOLI

AMBIENTE

APPUNTAMENTI

PALERMO

VIAGGI

SONDAGGI

COMMENTI



















 


16 luglio 2019




LE ULTIME 3 FOTOGALLERY ON-LINE

[cliccare per aprire]


 

CONTATTA I...4 FISSA


nome

e-m@il

richiesta


Newsletter, scrivi la tua e-m@il
 



TUTTE LE GALLERIE FOTOGRAFICHE


 Questo sito utilizza la Creative Commons License